Bruny Sartori - Salvati senza nome: il linguaggio dei corpi

L’associazione Amici di Gabriele Mattera è lieta di presentare il nuovo progetto espositivo di Bruny Sartori - “Salvati senza nome” - il linguaggio dei corpi. “Con il titolo “Salvati senza nome” Sartori associa la memoria delle innumerevoli vittime dell’olocausto nazista, creando nel contempo un’immagine drammatica di declino e annientamento. I pensieri, i ricordi restano frammentari, scene e documenti di un grande insieme di distruzione”

WE ARE SOCIAL